Press "Enter" to skip to content

La Commissione approva l’Accordo di Partenariato della Germania

Lo scorso 19 aprile la Commissione europea ha adottato l’Accordo di Partenariato della Germania per un valore di oltre 20 miliardi di euro. L’AdP tedesco è il secondo Partnership Agreement approvato per il nuovo periodo di programmazione, dopo quello greco nel luglio 2021.

L’Accordo di Programma espone l’orientamento strategico di uno Stato membro per la programmazione e le modalità per un impiego efficace ed efficiente del FESR, del FSE+, del Fondo di coesione, del JTF e del FEAMPA per il periodo di programmazione delle Politiche di Coesione 2021-2027.

I Fondi della Politica di coesione continueranno a sostenere le regioni tedesche nella promozione della coesione economica, sociale e territoriale, sostenendo le priorità chiave dell’UE come la transizione verde e digitale. Grande priorità, infatti, viene data agli investimenti strategici per l’efficientamento energetico e per la riduzione delle emissioni di CO2, al fine di raggiungere la neutralità climatica entro il 2045.

La Germania ha pianificato di dedicare il 30% dei suoi investimenti derivanti dall’Accordo di Partenariato per sostenere la ricerca e l’innovazione nelle imprese, la digitalizzazione, l’aumento della competitività e la specializzazione intelligente. Particolare attenzione sarà prestata per avere una Germania più sociale ed inclusiva, con il 30% del budget nazionale dedicato a questa Obiettivo specifico. In particolare, il FSE+ sosterrà l’istruzione e la formazione professionale inclusiva e di alta qualità, compresi gli apprendistati, e l’apprendimento permanente. Sosterrà inoltre lo sviluppo di servizi socialmente inclusivi, come il miglioramento dell’occupabilità dei gruppi svantaggiati e la creazione di servizi di assistenza per gli anziani come servizi di assistenza e accompagnamento.

Il 5% degli investimenti sarà dedicato invece a strumenti di sviluppo territoriale, finalizzati allo sviluppo di strategie territoriali integrate.

L’adozione dell’accordo di partenariato tedesco apre la strada all’avvio di 52 programmi operativi: 31 programmi regionali, 2 nazionali e 19 INTERREG.

Ciascuno dei 16 stati federali (“Bundesland”) in Germania gestisce un programma FESR e FSE+ separato, ad eccezione della Bassa Sassonia, che ha optato per un programma plurifondo. Inoltre, saranno attuati due programmi a livello federale: il programma FEAMPA e un programma FSE+ separato a livello nazionale.

Forte preoccupazione sul ritardo di questo ciclo di programmazione è stata espressa anche dal  Parlamento europeo con una Risoluzione sull’avvio dell’attuazione della politica di coesione 2021-2027 dello scorso 6 aprile, in cui si esprime profonda preoccupazione per i notevoli ritardi che si sono accumulati ad oggi nell’attuazione, tenuto conto che la Politica di Coesione rappresenta la principale politica di investimento e solidarietà a livello dell’UE a favore dell’uguaglianza sociale e della transizione giusta e che essa è un collaudato catalizzatore per la crescita e l’occupazione sostenibili, la coesione economica, sociale e territoriale nell’UE e il conseguimento degli obiettivi climatici dell’UE, del Green Deal europeo e degli obiettivi di sviluppo sostenibile, con un bilancio di 392 miliardi di EUR fino al 2027”.

Pur riconoscendo l’importanza di adottare programmi di alta qualità all’inizio del periodo di programmazione in modo da evitare una successiva riprogrammazione, si sottolinea che è indispensabile avviare l’attuazione dei nuovi programmi non appena vengono adottati ed invita gli Stati membri a considerare la politica di coesione e il PNRR come un insieme finanziario e operativo, tenuto conto che è fondamentale stabilire una complementarità all’interno dei programmi di coesione e tra di essi e il dispositivo per la ripresa e la resilienza ed evitare sovrapposizioni nella loro attuazione, nel rispetto del principio di addizionalità delle risorse per attiene ai programmi di coesione.

Fonte: https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/it/ip_22_2442

Leggi anche:

La Commissione approva il primo Accordo di Partenariato 2021-2027: 21 miliardi di euro per la Grecia

L’Accordo di Partenariato 2021-2027. Verso il nuovo ciclo programmazione UE

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *