Press "Enter" to skip to content

European Bauhause: un nuovo concorso per la sostenibilità inclusiva

Pochi giorni fa  la Commissione Europea ha dato il via all’edizione 2022 del Premio “Nuovo Bauhaus Europeo”, il programma gestito dalle direzioni ricerca e sviluppo regionale della Commissione europea che premierà i giovani talenti e i progetti esistenti che coniugano sostenibilità, inclusività sociale ed estetica.

Proprio come il movimento Bauhaus originale, che riconciliava la produzione di massa con le esigenze individuali e lo spirito artistico, la nuova iniziativa, lanciata con la Comunicazione approvata il 15 settembre 2021,  si sforza di conciliare spazi pubblici e privati accessibili, funzionali ed esteticamente gradevoli con la sostenibilità  seguendo il concetto : «la forma dovrebbe seguire il pianeta con le persone al centro>>.

Mariya Gabriel, Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani, ha dichiarato: “Il nuovo Bauhaus europeo prende spunto dalla cultura, l’istruzione, la scienza e l’innovazione europee per trasformare la promessa del Green Deal europeo in miglioramenti concreti per la nostra vita quotidiana. Non vedo l’ora di vedere l’avanguardia della creatività europea esprimersi nelle candidature di quest’anno.”

Nato sull’onda del Green Deal, l’European Bauhause può essere visto come la sua espressione culturale teso a tradurre i principi fondamentali della sostenibilità, dell’estetica e dell’inclusione nella nostra vita quotidiana, nella nostra ricerca collettiva di trasformazione verde incorporando anche i principi della politica di coesione.

Il Bauhouse, secondo Elisa Ferreira, Commissaria per la Coesione e le riforme, è la ricerca di “idee sostenibili e innovative per trasformare il nostro modo di vivere e lavorare senza lasciare indietro nessuno. Il nuovo Bauhaus europeo premia i concetti migliori, più coraggiosi e più brillanti per migliorare le nostre regioni e le nostre città nel rispetto delle persone e del pianeta. La politica di coesione continuerà a sostenere la trasformazione di queste nuove idee in realtà concrete, in tutte le regioni d’Europa, a beneficio di tutte le nostre comunità.”

Si tratta dunque di tradurre i principi di coesione relativi al non lasciare indietro nessuno e l’inclusione, in termini di disponibilità e accessibilità, per far si che nel tempo, con il nuovo Bauhaus europeo, la sostenibilità con stile non sia privilegio di pochi, ma un’opportunità per molti.

Per questo il nuovo Bauhaus europeo arricchisce il Green Deal di una dimensione culturale e creativa, per dimostrare come l’innovazione sostenibile possa offrire esperienze concrete e positive per la nostra vita quotidiana.

I finanziamenti proverranno da diversi programmi dell’UE, tra cui il programma Orizzonte Europa per la ricerca e l’innovazione (in particolare le missioni di Orizzonte Europa), il programma LIFE per l’ambiente e l’azione per il clima nonché il Fondo europeo di sviluppo regionale.

Le candidature sono aperte fino al 28 febbraio 2022 alle ore 19:00 CET

COM(2021)_573_IT_ACT

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *