Press "Enter" to skip to content

Proposto il progetto di bilancio 2023

Il progetto di bilancio dell’UE, proposto il 7 giugno dalla Commissione, ammonta a 185,6 miliardi di € per il 2023, integrato da sovvenzioni per l’importo stimato di 113,9 miliardi di € nel quadro di NextGenerationEU. Le risorse saranno finanziate mediante l’assunzione di prestiti sui mercati dei capitali, mentre le spese coperte dagli stanziamenti, entro i massimali del bilancio a lungo termine, saranno finanziate con le risorse proprie.

Il bilancio per il 2023 mira a stimolare la ripresa dalla pandemia di coronavirus, a mettere l’Europa sulla strada verso un futuro sostenibile, a proteggere e creare posti di lavoro e a rafforzare l’autonomia strategica dell’Unione.

Il bilancio combinato dell’UE per il 2023 e NextGenerationEU metteranno a disposizione circa 300 miliardi di euro di finanziamenti per aiutare a ricostruire e modernizzare il nostro continente, promuovendo le transizioni verde e digitale e assicurandoci di creare un’Europa più forte e resiliente, che svolge un ruolo attivo nel mondo.


Il progetto di bilancio dell’Unione 2023

· 103,5 miliardi di € a titolo di sovvenzioni di NextGenerationEU nel quadro del dispositivo per la ripresa e la resilienza per sostenere la ripresa economica e la crescita in seguito alla pandemia di coronavirus e per affrontare le sfide poste dalla guerra in Ucraina

· 53,6 miliardi di € per la politica agricola comune e 1,1 miliardo di € per il Fondo europeo per gli affari marittimi, la pesca e l’acquacoltura

· 46,1 miliardi di € per sviluppo regionale e coesione al fine di sostenere la coesione economica, sociale e territoriale

· 14,3 miliardi di € a sostegno dei nostri partner e dei nostri interessi nel mondo, di cui 12 miliardi di € a titolo dello strumento di vicinato, cooperazione allo sviluppo e cooperazione internazionale — Europa globale (NDICI — Europa globale), 2,5 miliardi di € per lo strumento di assistenza preadesione (IPA III) e 1,6 miliardi di € per l’aiuto umanitario (HUMA)

· 13,6 miliardi di € per ricerca e innovazione, di cui 12,3 miliardi di € per Orizzonte Europa

· 4,8 miliardi di € destinati a persone, coesione sociale e valori

· 2,3 miliardi di € per l’ambiente e l’azione per il clima, di cui 728 milioni di € per il programma LIFE allo scopo di sostenere la mitigazione dei cambiamenti climatici e l’adattamento agli stessi, e 1,5 miliardi di € per il Fondo per una transizione giusta allo scopo di garantire che la transizione verde funzioni per tutti

· 2,2 miliardi di € per spese dedicate allo spazio

· 2,1 miliardi di € per proteggere le nostre frontiere

· 1,6 miliardi di € per spese connesse alla migrazione

· 1,2 miliardi di € per affrontare le sfide in materia di difesa

· 927 milioni di € per garantire il buon funzionamento del mercato unico

· 732 milioni di € per il programma UE per la salute (EU4Health) allo scopo di garantire una risposta sanitaria globale alle esigenze delle persone, e 147 milioni di € per il meccanismo di protezione civile dell’Unione (rescEU) per poter mobilitare rapidamente un’assistenza operativa in caso di crisi;

· 689 milioni di € per la sicurezza;

· 138 milioni di € per connessioni satellitari sicure secondo la proposta di un programma nuovo, il programma dell’Unione per la connettività sicura.

 

 

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *